Vuoi Diventare Ricco? Basta 0,01 BTC!

Investire sui BTC, un asset in continua crescita, adesso potrebbe portare nell’arco di pochi anni ad avere un ritorno insperato e decisamente cospicuo. Non c’è bisogno di supposizioni, ma, partendo dai dati statistici, è possibile capire come ciò è già avvenuto, sta avvenendo e magari accadrà ancora.

Partendo dalla distribuzione della ricchezza riportata sul “Global Wealth Report 2020” di Credit Suisse, possiamo leggere come sono distribuiti i patrimoni personali nel globo.

Fonte: Credit Suisse – “Global Wealth Report 2020”


Da questa piramide risulta chiaro come meno della metà della popolazione mondiale abbia un patrimonio al di sopra dei $10.000.

Stando alle tante proiezioni che nel 2019 davano la capitalizzazione di BTC nel futuro prossimo a $1trilione (mille miliardi), quando questa contava ancora “solo” $70mld, se si fossero investiti $1.000 allora, oggi ci sarebbe stato un ritorno di oltre $11.000. Se invece si fosse acquistato un BTC intero (che ad aprile 2019 valeva $5.000), oggi ci sarebbe stato un ritorno di oltre $56.000.

In questo momento possiamo dire di aver superato la capitalizzazione di $1triliardo, quindi le diverse proiezioni si sono non solo rilevate corrette ma anche precise in quanto a tempo di realizzazione ed in quanto a valore.

Fonte: Coin360

Sempre nel 2019, il quantitativo di dollari che l’intera popolazione mondiale aveva depositato sull’asset Bitcoin oscillava tra i 70mld e i 110mld, posizionandosi così al nono posto nella classifica dei maggiori asset capitalizzati al mondo, dietro addirittura all’intero patrimonio di Jeff Bezos.
Ad oggi BTC ha fatto dei bei salti in avanti, superando il valore di mercato di Apple inerente al 2019.

Come già detto in apertura, secondo alcuni dati statistici, oggigiorno basterebbe 0,01 BTC per rientrare tra la percentuale di popolazione più ricca al mondo, stimando che in futuro un centesimo di BTC varrà €1mln e collocando tale stima in una finestra temporale di circa 5/10 anni.

Bisogna però prestare attenzione all’inflazione. Qui sta il gioco ed il vantaggio di BTC rispetto alle valute fiat.
1mln di dollari oggi non ha lo stesso potere d’acquisto di 1mln di dollari di 10 anni fa, né avrà lo stesso valore da qui a 10 anni; basti pensare ai massivi stimoli che stiamo leggendo sui maggiori giornali finanziari mondiali, come ad esempio quello americano di 1900mld solo nel 2021, abbassando dunque il valore ed il potere d’acquisto del dollaro stesso.

La narrativa preponderante di BTC è praticamente l’opposta, ovvero quella di piazzarsi sul mercato come riserva di denaro, avendo un’offerta stabilita e programmata che grazie all’halving porta solo ad una costante deflazione a lungo termine.
Non è vero che l’inflazione di BTC non esiste, ma, essendo programmata, questa viene dimezzata a cicli quadriennali: nei prossimi anni, l’inflazione di BTC sarà sempre più tendente verso lo zero.

Quindi, l’offerta di BTC aumenterà ma sempre più lentamente, fino ad arrivare al 98% della totale (21mln di BTC) già nel 2030, rendendo BTC un “hard money”, ovvero una valuta di difficile reperimento, facendo aumentare esponenzialmente la domanda rispetto all’offerta, e incrementando dunque, almeno sulla carta, il prezzo per singolo BTC.

Al primo marzo 2021 il quantitativo di BTC già creati è pari a 18,64 mld; rimangono dunque 2,37 mln da minare. Rimuovendo dal conteggio 1,9mln di monete mai mosse da oltre 10 anni, e considerate dunque perse, c’è un massimale di 19,2mln BTC (che già non basterebbero per i milionari, perché riguardando la piramide sopra riportata questi sono 51,9mln).
Presupponendo una distribuzione equa, e considerando quelli andati persi, i milionari potrebbero avere al massimo 0,36BTC l’uno.

Dalla piramide abbiamo visto però che non ci sono solo i milionari, ma esiste una gran fetta della popolazione avente un patrimonio personale superiore ai $100.000. Mettendo in gioco quindi queste due prime fasce, e distribuendo il quantitativo di BTC in circolazione, sempre in maniera equa, ognuno di questi potrebbe avere accesso a soli 0,01BTC a testa.

Cosa ci fa capire questo calcolo? Che comprando oggi un centesimo di BTC (poco meno di $600) ci assicureremmo di rientrare nel 12,4% della ricchezza mondiale, ovvero quella che ha un patrimonio al di sopra dei $100.000.

La chiave del discorso è ragionare in BTC. L’inflazione del dollaro è ormai senza freno, e come questo tutte le altre monete. Qualcuno leggendo potrebbe dare questo ragionamento per errato, apocalittico e/o irrealizzabile, dato magari dalla scarsa fiducia in BTC, ma attenzione: si valuti che l’inflazione sfrenata delle fiat currency diventa frutto di vera ricchezza in futuro, come?
Investendo in aspetti alternativi come BTC, avente effort d’investimento bassi, ma con grandi potenziali di crescita.

Non si parla di investimenti che ci cambiano la vita se perdiamo, ma poniamoci la seguente domanda: tra 10 anni vogliamo aver corso il rischio di non essere entrati nella top élite mondiale per non aver avuto il coraggio di rischiare 600$?

Il discorso è ovviamente del tutto personale, c’è chi non ha fiducia in BTC e valuta questo investimento troppo rischioso, ma allo stesso tempo sarebbe giusto pensare anche a quanto potrebbero valere $600 in BTC tra 10 anni.

(Featured Image Credits: Cointelegraph)

Francesco Iannucci

Nato a Cosenza nel 2000, seppur sia nato nel mondo dell’edilizia ed ivi perseveri grazie agli studi di Ingegneria edile architettura, è un appassionato di mercati finanziari ed in special modo di blockchain e criptovalute. Dal 2017 al 2018 ha partecipato come deputato capogruppo al parlamento giovanile italiano presentando due disegni di legge. È un grande appassionato di sport: cestista per dieci anni e tennista amatoriale. View more articles

Se sei arrivato fin qui significa che apprezzi i nostri contenuti. Aiutaci a migliorarli sostenendo il nostro lavoro anche al costo di un caffè!

Clicca sul link per donare a The Political Corner: https://www.paypal.com/pools/c/8vBpOiZrsC

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

<span>%d</span> bloggers like this: